San Salvario, torna il GAS solidale per le terre terremotate

MontiSibilliniCe l’eravamo promesso, e lo avevamo promesso anche a loro: non sarà solo un’iniziativa natalizia. Per questo torna il GAS San Salvario pro terre terremotate: un Gruppo di Acquisto Solidale di prodotti tipici di Marche e Umbria, lanciata dalla Circoscrizione 8 della Città di Torino insieme all’Agenzia per lo Sviluppo locale di San Salvario onlus e a Verdessenza, l’ecobottega della sostenibilità, per fornire un aiuto concreto a chi convive da mesi, quotidianamente, con il terremoto.

Pecore_MontiSibillini“Abbiamo piccole scosse praticamente tutti i giorni, ormai ci siamo abituati e non ci alziamo nemmeno più dalla scrivania – confessa Lucia Cotichini dell’azienda Scolastici, produttrice di cacio sopravvissano biologico a Pieve Torina, nel Maceratese. “Per fortuna adesso non fa più freddo come quest’inverno, quando tutto sembrava congiurare contro. Le falde acquifere compromesse dal terremoto, non avevamo acqua da sprecare e non potevamo farla scorrere per evitare che si ghiacciasse nei tubi, gli animali al gelo o ricoverati nelle tanto attese stalle provvisorie consegnate: tensostrutture completamente inadatte, crollate con la prima neve, prive di finestre, con la condensa che bagna le pecore – dice amareggiato Roberto Scolastici -. Erano meglio le stalle di legno, e finirà che ce le costruiremo da soli”. Continua a leggere

Annunci

Grissini, pizze e plumcake dal carcere delle Vallette a Verdessenza

Verdessenza_grissiniFarinanelSaccoGrissini, pizze, plumcake, biscotti e pane fatti in casa: nella casa circondariale “Lorusso e Cutugno”, il carcere delle Vallette. È qui che nasce il progetto Farina nel sacco della cooperativa sociale Ecosol, già attiva all’interno del carcere torinese da molti anni con il servizio di catering e ora con il ristorante Liberamensa, in cui “cuochi professionisti lavorano a fianco dei detenuti, regolarmente assunti, mettendo la loro esperienza e la loro passione al servizio dell’attività, per assicurare alti livelli di qualità nella preparazione, nel servizio e nella formazione”, spiegano i responsabili.

Per conoscere da vicino il progetto, venerdì 24 marzo dalle 18.30 Verdessenza ospiterà una presentazione e una degustazione dei loro prodotti, che servirà da volano per lanciare il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale e un’idea: una cena tutti insieme all’interno del carcere. Chi viene?

I GAS Verdessenza di dicembre. Con un’aggiunta ricca di vitamica C e diritti

Arance_SOSRosarno2Allora, siete pronti per le grandi abbuffate natalizie? Verdessenza questo mese vi aiuta a imbandire le vostre tavole con i prodotti dei GAS (Gruppi di Acquisto Solidali), ulteriormente cresciuti.

A voi individuare la lieta aggiunta (diciamo che vi ho già aiutati parecchio):

frutta e verdura dell’azienda agricola Monvisotta: da prenotare entro il sabato, per gustarla freschissima il mercoledì. Ecco cosa offre la stagione
– le mozzarelle, ricotte e scamorze di latte di bufala bio da LiberaTerra (da ordinare entro il 14, in arrivo il 17 dicembre)
Continua a leggere

Don Beppe Diana, l’anniversario e il GAS per chi si nutre di cibo e giustizia

DonBeppeDiana2“Se la camorra ha assassinato il nostro Paese, “NOI” lo si deve far risorgere,
bisogna risalire sui tetti e riannunciare la Parola di Vita”.
Così diceva Don Beppe Diana a pochi giorni dalla sua uccisione. Sono passati 21 anni, e il suo popolo festeggia il XXI anniversario con un fitto programma di iniziative.
Cosa c’entriamo noi sabaudi di Verdessenza con Don Beppe Diana?, forse vi chiederete. Quasi niente, se non che abbiamo scelto di sostenere il Caseificio Le Terre di Don Beppe Diana, la cooperativa sociale di Libera Terra che porta proprio il nome di questo prete coraggioso, impegnandosi a trasformare le terre confiscate alla camorra di Castel Volturno in luoghi simbolo e opportunità di riscatto culturale e economico. È qui che vengono realizzate le mozzarelle, le ricotte e le scamorze di bufala dop che arrivano sulle vostre tavole una volta al mese con il GAS Verdessenza, deliziando il palato di chi ama nutrirsi contemporaneamente di cibo e giustizia.

Con Panacea, il nostro pane è quotidiano (oltreché buono)

Pane_panaceaForse non tutti sanno che da Verdessenza il pane è diventato quotidiano. Da qualche tempo arriva tutti i giorni preparato dal forno Panacea di via Baltea a Torino.

Farina, acqua e sale integrale: nulla di più. Il pane come si faceva una volta, utilizzando filosofia e vecchi disciplinari di produzione della panetteria prima degli anni ’50.
Dal multicereali al pane del contadino, è tutto buono perché: è a lievitazione naturale, viene preparato esclusivamente con pasta madre, le farine utilizzate sono tutte a filiera controllata, macinate a pietra e selezionate secondo criteri di qualità, sostenibilità e provenienza, seguendo il disciplinare del Paniere della Provincia di Torino.
Altamente digeribile, ha un basso tenore di glutine (e dunque un rischio ridotto di intolleranze) e un sapore che piace a tutti perché l’attenzione ai tempi di lievitazione garantisce il controllo dell’acidità. Che altro? Venite a provarlo, vi aspettiamo!

Ritorna il GAS Verdessenza “Dalle bufale con amore”

ciotti-con-mozzarellaCe l’avete chiesto in tutti i modi, e noi vi si accontenta: riecco per il terzo mese consecutivo il GAS Verdessenza su mozzarelle di bufala e affini di LiberaTerra. Ormai c’è chi ne è totalmente dipendente che il giorno dopo averle mangiate torna a chiedercene supplichevole ‘Ancora’. E come si fa a dire di no?
Riecco allora mozzarelle, ricotta e scamorza di bufala realizzate con latte biologico dalla cooperativa Don Peppe Diana di LiberaTerra nel Casertano. Le prenotate entro il 19 febbraio, il mastro casaro le prepara appositamente per noi (per voi) il 26 e le fa recapitare da Verdessenza venerdì 27.

Il tempo delle bufale. E dei loro squisiti prodotti

bufaleE’ tempo di bufale. Bufale nel senso zoomorfico del termine. Bufale a quattro zampe, insomma. Perché se siete estimatori dell’argomento, dovete assolutamente appuntarvi questa cosa: torna il GAC (gruppo di acquisto collettivo) per mozzarelle, ricotta e scamorza di bufala realizzate con latte biologico dalla cooperativa Don Peppe Diana di LiberaTerra nel Casertano. Costano 15 euro/kg, le prenotate da noi entro il 22 gennaio, il mastro casaro (che ha 40 anni di esperienza) le prepara il 29 e le fa recapitare il 30 gennaio da Verdessenza, nel pomeriggio. Pronte insomma per la cena.
Volete saperne di più? Guardate questo bel video che racconta la storia dei produttori e delle loro bufale (a quattro zampe).