Dal vino naturale alla pasta bio, ecco i GAS Verdessenza di gennaio

Pasta-IRISLo sappiamo, o siete appesantiti dagli stravizi delle feste, o siete deperiti dall’influenza che ha messo a letto molti di noi negli scorsi giorni. In entrambi i casi, abbiamo la soluzione per voi: cibi leggeri per i più bolsi, cibi ricostituenti per chi è debilitato.
Ecco, a seconda della vostra categoria, tutto quello che trovate a gennaio nel paniere dei GAS Verdessenza, vino senza-solfiti-aggiunti e auguri inclusi:

pesce sostenibile (orate e branzini) dal Golfo del Tigullio, da prenotare entro il 6 gennaio, in arrivo il 10
– ordini settimanali (entro il martedì) di frutta e verdura biologiche provenienti da una cooperativa sociale locale di Moncalieri e Carmagnola (in consegna il venerdì) e ordini entro il sabato di banane biologiche del commercio equo e solidale, con arrivo il mercoledì pomeriggio
– le ravioles dal mel: pasta fresca prodotta con farine e tomino dal mel di Verdessenza da un pastificio completamente artigianale di Torino, da prenotare entro il mercoledì e arrivo il venerdì
– grissini, pizze, biscotti, plumcake, pan brioche prodotti da detenuti nel carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, all’interno del progetto Farina nel Sacco della cooperativa Liberamensa. Si prenotano ogni venerdì, con arrivo il mercoledì
– ordini settimanali di prodotti dell’Agrisalumeria Luiset di Ferrere d’Asti (carni, affettati e insaccati) da ordinare entro il lunedì e gustare il mercoledì
– biscotti artigianali con nocciole, cioccolato, fichi e mandorle realizzati anche per vegani dalle fanciulle della Cascina Malerbe di San Raffaele Cimena
arance tarocco, limoni e mandarini non trattati dalla Sicilia, da prenotare entro il 10 gennaio
mozzarelle (anche a treccia), ricotte e scamorze di latte di bufala bio della cooperativa Don Beppe Diana di LiberaTerra: da prenotare entro il 13 gennaio, in arrivo il 17
– ordini bimensili di formaggi prodotti da un piccolo caseificio della Val Varaita: tome occitane, caprini freschi e stagionati, formaggi preparati con latti misti e, grazie a un gemellaggio, anche il parmigiano reggiano biologico da Fidenza
– il polletto del consorzio piemontese premiato Good Chicken, da prenotare entro il 20, con arrivo previsto per il 24 gennaio
– olio evo Marino, raccolto a mano e pressato a freddo da una piccola azienda a conduzione familiare nella Valle del Belice, entro il 20 gennaio (in latte da 5 litri)
– avocado siciliano dal Catanese, da prenotare entro il 20 gennaio,
– Barbera d’Asti senza-solfiti-aggiunti, in bottiglia da 750 ml
– il pesce biologico: orate e branzini e cefali (lotregani, cavastelli, boseghe e volpine), da prenotare entro il 27 per gustarli il 31
– farine biologiche, anche senza glutine, da ordinare entro fine mese
– pasta biologica Iris, in formati vari, da prenotare entro fine mese e  con arrivo previsto nei giorni successivi.

Annunci

Arance e pesci biologici: ecco tutti i GAS Verdessenza di dicembre

Verdessenza_arance_Sicilia

Eccoci a dicembre, mese delle grandi abbuffate e dei chili di troppo. Cosa prepara per voi Verdessenza? Tanti GAS, Gruppi di Acquisto Solidali, con le eccellenze più light dell’Italia da mangiare:

– ordini settimanali (entro il martedì) di frutta e verdura biologiche provenienti da una cooperativa sociale locale di Moncalieri e Carmagnola (in consegna il venerdì) e ordini entro il sabato di banane biologiche del commercio equo e solidale, con arrivo il mercoledì pomeriggio
– le ravioles dal mel: pasta fresca prodotta con farine e tomino dal mel di Verdessenza da un pastificio completamente artigianale di Torino, da prenotare entro il mercoledì e arrivo il venerdì
– grissini, pizze, biscotti, plumcake, pan brioche prodotti da detenuti nel carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, all’interno del progetto Farina nel Sacco della cooperativa Liberamensa. Si prenotano ogni venerdì, con arrivo il mercoledì
ordini settimanali di prodotti dell’Agrisalumeria Luiset di Ferrere d’Asti (carni, affettati e insaccati) da ordinare entro il lunedì e gustare il mercoledì
– biscotti artigianali con nocciole, cioccolato, fichi e mandorle realizzati anche per vegani dalle fanciulle della Cascina Malerbe di San Raffaele Cimena
le mozzarelle (anche a treccia), ricotte e scamorze di latte di bufala bio della cooperativa Don Beppe Diana di LiberaTerra: da prenotare entro il 9, in arrivo il 13 dicembre
arance tarocco e mandarini non trattati dalla Sicilia, da prenotare entro il 16 dicembre e arrivo nei giorni seguenti
ordini bimensili di formaggi prodotti da un piccolo caseificio della Val Varaita: tome occitane, caprini freschi e stagionati, formaggi preparati con latti misti e, grazie a un gemellaggio, anche il parmigiano reggiano biologico da Fidenza
– il 
polletto del consorzio piemontese premiato Good Chicken, da prenotare entro il 16, con arrivo previsto per il 20 dicembre
– il
pesce sostenibile biologico: orate e branzini e cefali (lotregani, cavastelli, boseghe e volpine) per le vigilie di Natale e Capodanno, da prenotare entro il 19 per gustarli il 22, e entro il 26 con arrivo il 29, in tempo per il cenone.