I saldi Verdessenza di settembre

pannolinilavabiliDa Verdessenza ecobottega la stagione dei saldi non finisce mai: tutto l’anno trovate sconti e offerte antispreco a partire dal 20% per golosi ed ecologisti su vari prodotti:
– bevanda bio a base di riso italiano con calcio, da sorseggiare calda o fresca, magari con un’aggiunta di cannella e/o zenzero in polvere
– confetture biologiche di albicocche e pesche piemontesi con zucchero di canna e senza pectina (secondo la ricetta della nonna)
asciugamano in bambù, fasciatoio da borsetta e mutandine impermeabili per bimbi prodotte dalla piccola azienda pugliese MammaFlò (ultimi pezzi, ultime taglie, ultimi colori)
– carta igienica 100% riciclata e biodegradabile, certificata col marchio Ecolabel europeo.

Annunci

Aprile, dolce mangiare: tutti i GAS Verdessenza del mese

bocconcini-di-bufala-farcitiNoi pensiamo che a un certo punto smetteremo ombrelli e cappelli, per goderci un po’ di sole primaverile e giornate tiepide, per cui scommettiamo per il nuovo menu mensile di Verdessenza ecobottega su prodotti in grado di dissetarci, come le birre belghe artigianali, da accompagnare a carni sostenibili, frutta e verdura biologiche, formaggi e specialità del territorio.

Ecco in dettaglio tutto quello che trovate nei nostri GAS di aprile:
– ordini settimanali di frutta biologica da Barge, anche in formati convenienza con cassette da 10 kg, da prenotare entro il lunedì, per ritirare tutto il giovedì
– ordini settimanali (entro il martedì) di verdura biologica provenienti da una cooperativa sociale locale di Moncalieri e Carmagnola (in consegna il venerdì) e ordini entro il sabato di banane bio del commercio equo e solidale, con arrivo il mercoledì pomeriggio
– maltagliati preparati con farina Senatore Cappelli e ravioles dal mel, pasta fresca prodotta col tomino dal mel di Verdessenza da un pastificio completamente artigianale di Torino, da prenotare entro il mercoledì e in arrivo il venerdì Continua a leggere

Il menu marzolino di Verdessenza con i GAS del mese

ProdottiPasquaStando al calendario, la primavera – siberiana – è alle porte. E cosa porta in tavola la nuova stagione? Nel menu mensile di Verdessenza ecobottega uova di Pasqua e pesci sostenibili, frutta e verdura biologiche, formaggi, carni e specialità del territorio.
Pronti con le prenotazioni? Ecco tutto quello che trovate nei nostri GAS marzolini:

orate e branzini del Golfo del Tigullio, da ordinare entro sabato 3 marzo. Provenienti da un allevamento off-shore rispettoso di criteri stabiliti da Legambiente e Regione Liguria, i pesci vengono pescati apposta e consegnati mercoledì 7 marzo interi o eviscerati in pacchetti da 3. Voi dovete solo accendere il forno

– ordini settimanali di frutta biologica da Barge, anche in formati convenienza con cassette da 10 kg, da prenotare entro il lunedì, per ritirare tutto il giovedì

– ordini settimanali (entro il martedì) di frutta e verdura biologiche provenienti da una cooperativa sociale locale di Moncalieri e Carmagnola (in consegna il venerdì) e ordini entro il sabato di banane biologiche del commercio equo e solidale, con arrivo il mercoledì pomeriggio

– maltagliati preparati con farina Senatore Cappelli e ravioles dal mel, pasta fresca prodotta tomino dal mel di Verdessenza da un pastificio completamente artigianale di Torino, da prenotare entro il mercoledì e in arrivo il venerdì

– grissini, pizze, biscotti, plumcake, pan brioche prodotti da detenuti nel carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, all’interno del progetto Farina nel Sacco della cooperativa Liberamensa. Si prenotano ogni venerdì, con arrivo il mercoled

– ordini settimanali di prodotti dell’Agrisalumeria Luiset di Ferrere d’Asti (carni, affettati e insaccati) da ordinare entro il lunedì e gustare il mercoledì

– ordini settimanali di formaggi prodotti da un piccolo caseificio della Val Varaita: tome occitane, caprini freschi e stagionati, formaggi preparati con latti misti e, grazie a un gemellaggio, anche il parmigiano reggiano biologico da Fidenza

– biscotti artigianali con nocciole, cioccolato, fichi e mandorle realizzati anche per vegani dalle fanciulle della Cascina Malerbe di San Raffaele Cimena

– le mozzarelle (anche a treccia), ricotte e scamorze di latte di bufala bio della cooperativa Don Beppe Diana di LiberaTerra: da prenotare entro il 10 marzo, in arrivo il 14

arance tarocco, limoni e mandarini non trattati dalla Sicilia orientale, da prenotare entro il 10 e 20 marzo

– il polletto del consorzio piemontese premiato Good Chicken, da prenotare entro il 17, con arrivo previsto per il 21 marzo

uova di Pasqua fondenti o al latte biologiche (200 gr), ovetti (170 gr) e dolce pasquale Paloma (750 gr) fatto con mandorle palestinesi, tutto proveniente dal commercio equo e solidale, da ordinare entro il 17 marzo con arrivo nei giorni successivi

avocado siciliano (varietà hass), coltivato alle pendici dell’Etna, da prenotare entro fine marzo

Barbera d’Asti senza-solfiti-aggiunti, prodotto dall’azienda Povero a Cisterna d’Asti, in prenotazione entro fine mese.

Maggiori info, passando direttamente da Verdessenza ecobottega, in via San Pio V n. 20/f o telefonando al numero 011 8198187.

Che si mangia a febbraio? I GAS Verdessenza

KiwiChe si mangia questo mese con i GAS di Verdessenza? Ecco tutto quello che trovate nel paniere di febbraio, dagli antipasti alla frutta, innaffiato di nuovo da vino barbera senza-solfiti-aggiunti:
– ordini settimanali di frutta biologica da una nuova azienda di Barge appena selezionata, in formati convenienza con cassette da 10 kg anche miste, da prenotare entro il lunedì, per ritirare tutto il giovedì
– ordini settimanali (entro il martedì) di frutta e verdura biologiche provenienti da una cooperativa sociale locale di Moncalieri e Carmagnola (in consegna il venerdì) e ordini entro il sabato di banane biologiche del commercio equo e solidale, con arrivo il mercoledì pomeriggio
– maltagliati trafilati al bronzo preparati con farina Senatore Cappelli e ravioles dal mel, pasta fresca prodotta tomino dal mel di Verdessenza da un pastificio completamente artigianale di Torino, da prenotare entro il mercoledì e in arrivo il venerdì
– grissini, pizze, biscotti, plumcake, pan brioche prodotti da detenuti nel carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, all’interno del progetto Farina nel Sacco della cooperativa Liberamensa. Si prenotano ogni venerdì, con arrivo il mercoledì
– ordini settimanali di prodotti dell’Agrisalumeria Luiset di Ferrere d’Asti (carni, affettati e insaccati) da ordinare entro il lunedì e gustare il mercoledì
– ordini settimanali di formaggi prodotti da un piccolo caseificio della Val Varaita: tome occitane, caprini freschi e stagionati, formaggi preparati con latti misti e, grazie a un gemellaggio, anche il parmigiano reggiano biologico da Fidenza
– biscotti artigianali con nocciole, cioccolato, fichi e mandorle realizzati anche per vegani dalle fanciulle della Cascina Malerbe di San Raffaele Cimena
– le mozzarelle (anche a treccia), ricotte e scamorze di latte di bufala bio della cooperativa Don Beppe Diana di LiberaTerra: da prenotare entro il 17 febbraio, in arrivo il 21
arance tarocco, limoni e mandarini non trattati dalla Sicilia, da prenotare entro il 24 febbraio
– il polletto del consorzio piemontese premiato Good Chicken, da prenotare entro il 24, con arrivo previsto per il 28 febbraio
– avocado siciliano da ordinare entro fine mese
– “Dianae”, barbera d’Asti senza-solfiti-aggiunti in prenotazione entro fine mese.

Dal vino naturale alla pasta bio, ecco i GAS Verdessenza di gennaio

Pasta-IRISLo sappiamo, o siete appesantiti dagli stravizi delle feste, o siete deperiti dall’influenza che ha messo a letto molti di noi negli scorsi giorni. In entrambi i casi, abbiamo la soluzione per voi: cibi leggeri per i più bolsi, cibi ricostituenti per chi è debilitato.
Ecco, a seconda della vostra categoria, tutto quello che trovate a gennaio nel paniere dei GAS Verdessenza, vino senza-solfiti-aggiunti e auguri inclusi:

pesce sostenibile (orate e branzini) dal Golfo del Tigullio, da prenotare entro il 6 gennaio, in arrivo il 10
– ordini settimanali (entro il martedì) di frutta e verdura biologiche provenienti da una cooperativa sociale locale di Moncalieri e Carmagnola (in consegna il venerdì) e ordini entro il sabato di banane biologiche del commercio equo e solidale, con arrivo il mercoledì pomeriggio
– le ravioles dal mel: pasta fresca prodotta con farine e tomino dal mel di Verdessenza da un pastificio completamente artigianale di Torino, da prenotare entro il mercoledì e arrivo il venerdì
– grissini, pizze, biscotti, plumcake, pan brioche prodotti da detenuti nel carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, all’interno del progetto Farina nel Sacco della cooperativa Liberamensa. Si prenotano ogni venerdì, con arrivo il mercoledì
– ordini settimanali di prodotti dell’Agrisalumeria Luiset di Ferrere d’Asti (carni, affettati e insaccati) da ordinare entro il lunedì e gustare il mercoledì
– biscotti artigianali con nocciole, cioccolato, fichi e mandorle realizzati anche per vegani dalle fanciulle della Cascina Malerbe di San Raffaele Cimena
arance tarocco, limoni e mandarini non trattati dalla Sicilia, da prenotare entro il 10 gennaio
mozzarelle (anche a treccia), ricotte e scamorze di latte di bufala bio della cooperativa Don Beppe Diana di LiberaTerra: da prenotare entro il 13 gennaio, in arrivo il 17
– ordini bimensili di formaggi prodotti da un piccolo caseificio della Val Varaita: tome occitane, caprini freschi e stagionati, formaggi preparati con latti misti e, grazie a un gemellaggio, anche il parmigiano reggiano biologico da Fidenza
– il polletto del consorzio piemontese premiato Good Chicken, da prenotare entro il 20, con arrivo previsto per il 24 gennaio
– olio evo Marino, raccolto a mano e pressato a freddo da una piccola azienda a conduzione familiare nella Valle del Belice, entro il 20 gennaio (in latte da 5 litri)
– avocado siciliano dal Catanese, da prenotare entro il 20 gennaio,
– Barbera d’Asti senza-solfiti-aggiunti, in bottiglia da 750 ml
– il pesce biologico: orate e branzini e cefali (lotregani, cavastelli, boseghe e volpine), da prenotare entro il 27 per gustarli il 31
– farine biologiche, anche senza glutine, da ordinare entro fine mese
– pasta biologica Iris, in formati vari, da prenotare entro fine mese e  con arrivo previsto nei giorni successivi.

Dai mandarini ai pesci sostenibili, ecco i GAS Verdessenza di novembre

Mandarini_VerdessenzaChe si mangia questo mese? Gambe sotto il tavolo, Verdessenza ha preparato per voi i seguenti GAS, Gruppi di Acquisto Solidali, con alcune delle eccellenze dell’Italia da mangiare:

– ordini settimanali (entro il martedì) di frutta e verdura biologiche provenienti da una cooperativa sociale locale di Moncalieri e Carmagnola (in consegna il venerdì) e ordini entro il sabato di banane biologiche del commercio equo e solidale, con arrivo il mercoledì pomeriggio
arance e mandarini non trattati dalla Sicilia, da prenotare entro l’11 novembre e poi con cadenza bimestrale
– le 
mozzarelle (anche a treccia), ricotte e scamorze di latte di bufala bio della cooperativa Don Beppe Diana di LiberaTerra: da prenotare entro il 15, in arrivo l’11 novembre
pecorini maceratesi, farro intero o spezzato e lenticchie di Castelluccio, marmellate e salse da accompagnare ai formaggi da Norcia, per il GAS pro terre terremotate, da prenotare entro il 18 per ricevere il tutto a metà dicembre
– 
pasta fresca prodotta da un pastificio completamente artigianale di Torino con farine e prodotti Verdessenza, da prenotare entro il mercoledì e arrivo il venerdì
– 
grissini, pizze, biscotti, plumcake, pan brioche prodotti da detenuti nel carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, all’interno del progetto Farina nel Sacco della cooperativa Liberamensa. Si prenotano ogni venerdì, con arrivo il mercoledì
– ordini settimanali di 
prodotti dell’Agrisalumeria Luiset di Ferrere d’Asti (carni, affettati e insaccati) da ordinare entro il lunedì e gustare il mercoledì
– ordini bimensili di 
formaggi prodotti da un piccolo caseificio della Val Varaita: tome occitane, caprini freschi e stagionati, formaggi preparati con latti misti e, grazie a un gemellaggio, anche il parmigiano reggiano biologico da Fidenza
– 
biscotti artigianali con nocciole, cioccolato, fichi e mandorle realizzati anche per vegani dalle fanciulle della Cascina Malerbe di San Raffaele Cimena
pasta biologica proveniente dalla cooperativa Iris di Cremona, in diversi formati e preparata con farine diverse, tutte certificate, da prenotare entro
– il 
polletto del consorzio piemontese premiato Good Chicken, da prenotare entro il 18, con arrivo previsto per il 22 novembre
– il
pesce sostenibile proveniente dal Golfo del Tigullio, in Liguria: orate e branzini da un allevamento off-shore, da prenotare anche loro entro il 25, con arrivo il 29
mango e avocado biologici provenienti dalla Sicilia, da prenotare entro fine mese
pesce biologico della Valle Sacchetta in Veneto: orate, branzini e cefali da prenotare entro sabato 2 dicembre, con arrivo mercoledì 6.

 

L’autunno sulla tavola nei GAS Verdessenza

OLYMPUS DIGITAL CAMERAL’autunno è arrivato, con i suoi colori caldi e i suoi sapori rotondi. Di cosa sa? Di zucca, zuppe e uva, per esempio. Ma anche di mango e avocado, tranquilli. Per assaporarlo al meglio, Verdessenza ha preparato per voi i seguenti GAS, Gruppi di Acquisto Solidali, con alcune delle eccellenze dell’Italia da mangiare:

pesce biologico della valle Sacchetta, in Veneto: orate e cefali cavastelli per chi ha ancora voglia di mare (almeno nel piatto), da prenotare entro oggi per gustarli giovedì 5 ottobre
– ordini settimanali (entro il martedì) di frutta e verdura biologiche provenienti da una cooperativa sociale locale di Moncalieri e Carmagnola (in consegna il venerdì) e ordini entro il sabato di banane biologiche del commercio equo e solidale, con arrivo il mercoledì pomeriggio
– le 
mozzarelle (anche a treccia), ricotte e scamorze di latte di bufala bio della cooperativa Don Beppe Diana di LiberaTerra: da prenotare entro il 7, in arrivo l’11 ottobre
– 
pasta fresca prodotta da un pastificio completamente artigianale di Torino con farine e prodotti Verdessenza, da prenotare entro il mercoledì e arrivo il venerdì
– 
grissini, pizze, biscotti, plumcake, pan brioche prodotti da detenuti nel carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, all’interno del progetto Farina nel Sacco della cooperativa Liberamensa. Si prenotano ogni venerdì, con arrivo il mercoledì
– ordini settimanali di 
prodotti dell’Agrisalumeria Luiset di Ferrere d’Asti (carni, affettati e insaccati) da ordinare entro il lunedì e gustare il mercoledì
– ordini bimensili di 
formaggi prodotti da un piccolo caseificio della Val Varaita: tome occitane, caprini freschi e stagionati, formaggi preparati con latti misti e, grazie a un gemellaggio, anche il parmigiano reggiano biologico da Fidenza
– 
biscotti artigianali con nocciole, cioccolato, fichi e mandorle realizzati anche per vegani dalle fanciulle della Cascina Malerbe di San Raffaele Cimena
– il 
polletto del consorzio piemontese premiato Good Chicken, da prenotare entro il 14, con arrivo previsto per il 18 ottobre
– 
pesce sostenibile proveniente dal Golfo del Tigullio, in Liguria: orate e branzini da un allevamento off-shore, da prenotare anche loro entro il 21, con arrivo il 25
mango e avocado biologici provenienti dalla Sicilia, da prenotare entro il 28 ottobre
pecorini maceratesi, roveja, farro e lenticchie di Castelluccio, marmellate e salse per formaggi da Norcia, per il GAS pro terre terremotate, da prenotare entro il 28
– 
zuppe, legumi e cereali biologici, da prenotare entro fine mese
farine certificate biologiche, adatte anche a celiaci e intolleranti al glutine, da prenotare sempre entro fine mese.