I saldi di Verdessenza

panettone-farro-bio

Tempo di saldi anche da Verdessenza: a gennaio trovate scontati vari prodotti come:

  • i panettoni grandi e mignon del commercio equo e solidale (sconto del 20%),
  • l’olio evo biologico Granoro (del 30%)
  • le marmellate bio alla pesca e albicocche a 3,90 euro.
  • la carta igienica biodegradabile con sconto del 20% (a 3.20 invece di 4 euro).

La storia di Natale delle tre rastrelliere davanti a Verdessenza

verdessenza_rastrelliere1Questa è una piccola storia di Natale, o almeno lo è diventata, per via dei tempi burocratici che le sono serviti per prendere forma. Ma a noi va bene così, ché siamo animali simbolici e ci piace ancora credere alle fiabe di Natale.

È la storia, dunque, di tre rastrelliere per biciclette, apparse ieri davanti a Verdessenza ecobottega, grazie alle gesta di alcuni personaggi fantastici, che in ordine di apparizione sono:

Riccardo, Federica e tutti i nostri generosi vicini abitanti al numero 20 di Via San Pio V, San Salvario, Torino
Chiara la perseverante, con tutti gli amici dell’Agenzia per lo Sviluppo di San Salvario, che ha curato i rapporti con uffici comunali e vigili
Giovanni il temerario, che ha sfidato i giorni più freddi dell’anno per montare i tre archi.

Ma torniamo un attimo al capitolo precedente, perché, forse lo ricorderete, in principio davanti a Verdessenza abitava Ri.nuova, la rastrelliera per biciclette nata – o meglio ri.nata – a partire da pallet di recupero e ferro grazie all’idea e alla manualità di Giulio Calicchio, vincitore del bel concorso lanciato dalle associazioni ManaManà e Bazura, col patrocinio e sostegno dalla Circoscrizione 8 della Città di Torino.

Ri.nuova però ebbe sfortuna, investita più volte da automobilisti – diciamo – distratti. Da qui la richiesta dei nostri vicini di ri.muoverla (scusate il gioco), per esigenze anche di sicurezza. E una sorpresa: la messa a disposizione, in cambio, di 3 rastrelliere di proprietà privata del condominio.
Mesi di pazienza e carteggi con gli uffici preposti e poi finalmente il regalo: i tre archi da ieri sono posizionati davanti a Verdessenza e ai suoi vicini. Quasi un piccolo monumento all’altruismo, messo lì a dire che insieme tutto si può fare, che il bene privato è ancora più bene se al servizio di tutti. Per gli altri, allora, l’invito è quello di venire in bicicletta, legandola alle tre nuove rastrelliere di San Salvario. Così la storia avrà non un lieto fine, ma una lieta continuazione.

Il Natale da Verdessenza ecobottega

natale-panettoniLo sapete, anche quest’anno il Natale è alle porte. E anche quest’anno Verdessenza ecobottega vi offre la sua consulenza per affrontare il dilemma dei regali natalizi.
Ce n’è per tutti i gusti, per tutte le tasche e per tutte le esigenze: provengono prevalentemente dal circuito dell’economia solidale garantendo qualità e diritti lungo tutta la filiera, per un Natale davvero più buono.

Qualche esempio? Partiamo (è il caso di dirlo) dal pacchetto vacanza di turismo responsabile con gli Equotube, per poi sederci a tavola gustando le specialità di LiberaTerra, o quelle provenienti dal Parco dei Monti Sibillini, dando un aiuto concreto alle zone terremotate.
Pensate a un regalo utile per la vostra cucina? Che ne dite del sistema Ti Voglio Bere per la valorizzazione dell’acqua del rubinetto, in grado di migliorare le caratteristiche organolettiche dell’acqua (via cloro, cloroderivati e materiale in sospensione. E via alle bottiglie di plastica, ovviamente)? Continua a leggere

San Salvario solidale con le zone terremotate: parte il GAS a sostegno di tre piccole aziende

logoparcosibilliniLa terra trema. Ha tremato e lo fa ancora, ferendo gravemente il cuore dell’Italia. Non lo possiamo riparare, la storia ci ha insegnato che non lo riparerà mai nessuno, ma possiamo provare a regalargli un po’ di respiro, una boccata d’aria in grado anche di distrarre i suoi abitanti dalle scosse telluriche e psicologiche di questo lungo autunno.

Parte da qui l’idea di un GAS San Salvario, un Gruppo di Acquisto Solidale di prodotti tipici, lanciata dalla Circoscrizione 8 della Città di Torino insieme all’Agenzia per lo Sviluppo locale di San Salvario onlus e a Verdessenza, l’ecobottega della sostenibilità, per fornire un aiuto concreto a chi ha perso molto, ma per fortuna non tutto. “L’intenzione è quella di far partire il GAS adesso, a ridosso del periodo natalizio, facendolo poi diventare un aiuto duraturo, in modo da stare vicini a chi sceglierà di rimanere nelle zone colpite continuando a scommettere sul lavoro, sulla terra, sulla produzione di eccellenze locali, nonostante tutto”, spiegano i promotori. Continua a leggere

Venerdì con il cuoco Jadeli: presentazione del corso di cucina naturale

verdessenza_jadelicuocoSeitan e tofu, legumi, cereali e farine per una cucina tutta naturale: piccola presentazione e degustazione venerdì 4 novembre alle 18.30 da Verdessenza Ecobottega con Jadeli Gangbo, cuoco vegano e vegetariano, che a Torino ha lavorato per ristoranti e bistrot veggie.
Il suo compito, fornirci un’anticipazione – anche sulle papille gustative – del corso pratico di cucina naturale che terrà nelle prossime settimane da Luoghicomuni San Salvario: ricette per tutti i palati, dagli antipasti ai dolci, preparati con prodotti stagionali e ingredienti biologici e sfusi di Verdessenza.

La Cascina Malerbe da Verdessenza: degustazione e sovranità alimentare

verdessenza_cascinamalerbePrima di chiudere la valigia per il viaggio di fine ottobre in Romania, destinazione il Forum Nyéleni Europa per la Sovranità Alimentare, Alessandra Turco il 22 passerà da Verdessenza ecobottega. Sarà una tappa pomeridiana durante il sabato del villaggio, fatta di chiacchiere e degustazione, un momento utile per raccontarci che cos’è il forum, chi saranno i protagonisti e quali gli obiettivi, accompagnata dalla degustazione di biscotti e pane prodotti con grani antichi nella Cascina Malerbe, sulle colline di San Raffaele Cimena.

Alessandra la gestisce dal 2011 insieme a Stefania, producendo pane a lievitazione naturale e biscotti vegani e non solo, preparati con farine biologiche di grani tradizionali coltivati sulle loro terre, per una filiera corta e controllata. Una filosofia che dal campo si trasferisce anche nella militanza, con l’adesione a ARI, l’Associazione Rurale Italiana, con cui partirà alla volta del forum il 26 ottobre, per un confronto tra le diverse realtà che si occupano di sovranità alimentare. Continua a leggere